Mountain Bike

Elba = Off road di qualunque natura, dal Trekking alla Mtb, dalla moto al cavallo.

Per gli amanti del fuoristrada e della natura non poteva esistere posto migliore, l’isola è ricca di sentieri e single-track che si prestano alle varie discipline praticate sempre nel rispetto degli uni per gli altri e soprattutto della natura che mette a disposizione una varietà di sentieri in prevalenza sassosi ma con panorami mozzafiato e profumi floreali per ogni gusto.

Da Nisporto si possono prendere diversi tracciati, uno dei tanti è andare in direzione di Rio Elba e una volta arrivati sul punto panoramico, all’altezza di Monte Strega, si può prendere il sentiero sterrato a sinistra con il quale si raggiunge la strada che porta da Rio Marina a Cavo, una volta arrivati sulla strada si prende la direzione per Rio per circa 2 Km per trovare un ulteriore sentiero a sinistra delimitato da una sbarra (si passa lateralmente), quest’ultimo ci porta direttamente nelle miniere di Cavo che si attraversano per arrivare all’altezza di Cala Seregola.
Ora si può decidere se tornare su asfalto continuando verso Rio Marina per poi salire a Rio Elba e quindi deviare, in prossimità del cimitero per Nisporto, oppure una volta giunti nel paese di Rio Elba, per i più allenati e dotati tecnicamente, si può affrontare una ripida salita asfaltata che porta direttamente sul Volterraio, uno dei posti dal panorama spettacolare.
Il riferimento per i più allenati era la salita, per quanto riguarda la tecnica, arrivati quasi alla fine della salita per il Volterraio, un centinaio di metri prima che la strada spiani, deviare per lo stradello sterrato che si troverà sulla destra e percorrendolo si arriverà in una valletta e puntando verso il mare si potrà percorrere una stupenda mulattiera non priva di difficoltà ma che ci porterà direttamente in località Spallette da dove non ci resta che percorrere la rimanente strada in discesa per arrivare al punto di partenza.

Ovviamente questa non è altro che una semplice descrizione di uno dei tanti sentieri che si possono praticare all’Isola d’Elba, Nisporto offre un’ottima base di partenza e un ottimo punto d’incontro con i bikers che frequentano i diversi sentieri e non rimane difficile allacciare amicizie per organizzare uscite.
Se siete da soli, è buona norma essere dotati di una cartina dell’isola, ma ancor di più di un GPS, anche non cartografico, infatti, soprattutto per i più avventurosi, in cerca di single-track immersi nella vegetazione, può essere fondamentale l’aiuto di un GPS nel momento che si decida di tornare indietro, ricordatevi che un sentiero, specialmente con vegetazione abbastanza fitta, una volta che si affronta alla rovescia non offrirà più punti di riferimento e potrebbe essere arduo ritrovare l’uscita.

Percorsi:

 

Scarica e stampa i percorsi in pdf >


Altre delle tante località dove trovare percorsi per tutti i gusti:

Monte Orello: località che si trova nella zona centrale dell’isola con stupenda vista sul golfo di Portoferraio e si estende verso Marina di Campo con Monte San Martino, strada sterrata a fondo sassoso che collega diverse zone dell’Elba e sulla quale si incrociano una miriade di sentieri, tra questi si trovano single-track dove in passato si è svolta la sei giorni di enduro, tra i più conosciuti vi è il sentiero che dalla strada principale di Monte Orello scende fino a San Martino vicino al Park Hotel Napoleone.

Da Nisporto: salire verso Rio Elba, all’altezza del punto panoramico di Monte Strega, proseguire per altri 100-150 mt e al primo tornante a sinistra che scende verso Rio, prendere lo stradello a destra che porta direttamente al Volterraio, dal quale si scende per la strada asfaltata e si prende direzione Bagnaia per poche centinaia di metri per poi girare a sinistra direzione Acquabona, passando tra i campi da golf, tornati sull’asfalto si prende a destra e dopo un po’ si trova sulla sinistra lo sterrato che immette a Monte Orello.

Costa dei Gabbiani: strada ghiaiosa panoramica che costeggia una parte dell’isola dalla parte di Capoliveri.
Da Nisporto: stesse indicazioni come sopra, arrivati a Monte Orello, proseguire sul sentiero principale, attraversare la cava e all’incrocio con asfalto proveniente da Portoferraio, proseguire diritti su sterrato sino a Marina di Campo dove si possono prendere varie direzioni, comprese quelle seguenti.

Segagnana: strada molto sassosa e sconnessa si prende da Campo nell’Elba.
Da Nisporto: come sopra.

Monte Capanne: è il monte più alto dell’Elba, 1019 mt, si raggiunge dalla parte di Marina di Campo, salendo verso San Piero in Campo o dall’altro versante da Marciana Marina. Il Monte offre degli scorci panoramici unici e diverse forme floreali.
Da Nisporto: come sopra.

Questi e tanti altri sentieri vi aspettano all’Elba, ma non mancate di seguire poche regole fondamentali:

  • E’ buona norma rispettare la natura e chiunque si incontri su un sentiero, sia esso a piedi, a cavallo o altro, dare la precedenza se si capisce che l’altro è più in difficoltà e non dimostrare a tutti i costi la propria bravura su di un mezzo passando veloci.
  • Munirsi sempre di qualche cibaria e acqua, soprattutto nei mesi estivi.
  • L’isola non è immensa ma è sicuramente ardua da percorrere in bici o a piedi data la sua continua variazione altimetrica, ma nello stesso tempo può essere percorsa in tutti i versi sia in asfalto sia in fuoristrada (Mtb, cavallo, moto, trekking) e non finirà mai di suggestionarvi con i suoi profumi e panorami, a proposito: armati sempre di una macchina fotografica, anche se piccola, immortalerete ricordi unici.
Vai al sito

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta il link Per saperne di piu'

Approvo